Eredità e debiti del “de cuius”

titoloI debiti di natura fiscale (camerali, iva, inps, inail, ecc…,) , i debiti originati verso un istituto di credito da mutui non pagati, facenti capo ad una ditta individuale, i debiti di natura privata verso terzi, ricadono sugli eredi ascendenti e discendenti in uguale misura, e quindi verso l’eredità va esercitato il diritto “con beneficio di inventario”, oppure si opera una distinzione tra gli stessi ?

Risposta: cominciamo col dire che solo con l’accettazione dell’eredità gli eredi subentrano nella posizione del defunto anche per quanto concerne le posizioni debitorie di quest’ultimo. Con l’accettazione dell’eredità – che può essere non solo espressa (es. accettazione con atto davanti al notaio), ma anche tacita (ovvero avvenire per fatti concludenti: es. l’erede che vende un bene dell’eredità ha tacitamente accettato l’eredità) –  l’erede subentra nel patrimonio del de cuius e dovrà rispondere degli eventuali debiti di quest’ultimo: di norma gli eredi rispondono dei debiti in proporzione alla loro quota ereditaria; tuttavia, per quanto concerne i debiti tributari, gli eredi sono responsabili in solido (e non per quota ereditaria), e ciò significa che l’erario potrà richiedere a ciascuno di essi di onorare l’intero debito del de cuius (art. 65 del DPR 600/73). Inoltre chi abbia accettato l’eredità puramente e semplicemente, si vedrà costretto a pagare i debiti del defunto anche con il proprio patrimonio se quello del defunto non è sufficiente. Per evitare questa conseguenza occorre accettare l’eredità “con il beneficio dell’inventario”: in quest’ultimo caso il patrimonio del defunto rimarrà distinto da quello personale dell’erede e quest’ultimo sarò chiamato a rispondere dei debiti del de cuius solo entro i limiti del patrimonio ereditato.

Nel caso di specie, quindi, se esistono numerosi debiti sull’asse ereditario sarà opportuno che gli eredi che vogliano accettare l’eredità lo facciano con il beneficio d inventario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  1. Salve, ho una causa penale in atto come parte lesa verso un fantomatico commercialista con “niente”ovviamente ma figlio ora minorenne si … potrò avvalermi su di lui x un risarcimento?

  2. buongiorno, vorrei una conferma sul fatto che i debiti del defunto ricadano sugli ascendenti e sui discendenti e non anche su altri