Se ignoti danno fuoco all’immobile in locazione, risponde il conduttore?

Egr. Avv.
mi hanno bruciato il ristorante che avevo in gestione. Il verbale dei Carabinieri parla di incendio doloso imputabile ad ignoti e sono stati rinvenuti anche segni di effrazione. Il proprietario mi ha chiesto di risarcire i danni minacciando le vie legali. Le chiedo, in questo caso posso essere considerato responsabile oppure l’incendio doloso dovuto ad ignoti può essere considerato una causa a me non imputabile?

Risposta: l’art. 1588 c.c. , per il quale il conduttore risponde della perdita e del deterioramento della cosa data in locazione, anche nel caso di incendio, qualora non provi che il fatto si sia verificato per causa a lui non imputabile, pone una presunzione di colpa a carico del conduttore, superabile soltanto con la identificazione, in modo positivo e concreto della causa dell’incendio, come a lui non riconducibile, cosicchè in difetto di tale prova la causa rimasta sconosciuta resta a suo carico (Cass. civile 06 febbraio 2007, n. 2550; Cass. civile 27.11.2002, n. 16762). In sostanza per sottrarsi alla presunzione di responsabilità, occorre l’identificazione del terzo colpevole di avere causato l’incendio; diversamente dei danni risponde il conduttore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.