Come si calcola la parcella dell’avvocato?

assistenza-legaleLa mia compagna in seguito al licenziamento dopo 13 anni di rapporto lavorativo, si è rivolta ad un avvocato per delle retribuzioni non avute (5 per la precisione). Il lavoro dell’avvocato è stato solo quello di inviare delle lettere all’azienda a finché questa pagasse le mensilità dovute. Mensilità she sono arrivate dopo un paio di mesi (5.000 Euro), dopo di che l’azienda ha fatto sapere che avrebbe anche versato il TFR (22.000 Euro) che spetta per legge/diritto.
E’ esatto che l’avvocato nel calcolare la sua parcella abbia inserito anche i 22.000 Euro di TFR arrivando cosi ad un complessivo di 27.000 Euro (5.000 più 22.000), visto che il TFR spetta e soprattutto l’azienda non ha posto alcun veto in merito?
Certo del Vostro riscontro, Vi auguro una Buona Giornata.
Michele

Cerchiamo di chiarire come viene calcolata la parcella dell’avvocato. In primo luogo avvocato e cliente possono concordare, per iscritto, il compenso per l’attività del professionista. Nel caso in cui non sia stato stipulato alcun accordo sul compenso, quest’ultimo sarò determinato sulla base dei parametri forensi (adottati con il  D.M n. 55/2014).

Un altro aspetto da tenere presente è che il compenso, comunque determinato, deve tenere conto della responsabilità che l’avvocato si assume nel seguire quel dato caso; per questa ragione il compenso è più elevato, maggiore è il valore della questione dibattuta. Quindi, se conferisci all’avvocato l’incarico di recuperare un credito di 27.000 euro il compenso dell’avvocato sarà maggiore di quello dovuto se allo stesso professionista viene affidato il recupero di 5000 euro.

I parametri forensi sopra ricordati prevedono compensi maggiori con l’aumento del valore della controversia. I parametri hanno adottato un criterio semplificato per scaglioni e qui di seguito si riporta la tabella relativa alle prestazione stragiudiziali, applicabile al caso di specie, in cui non vi è stata la necessità di ricorrere al Tribunale:

PRESTAZIONI DI ASSISTENZA STRAGIUDIZIALE (Tabella – D.M. 55/2014)

  1. valore da € 0,01 a € 1.100,00: compenso € 270,00
  2. da € 1.100,01 a € 5.200,00: compenso € 1.215,00
  3. da € 5.200,01 a € 26.000,00: compenso € 1.890,00
  4. da € 26.000,01 a € 52.000,00: compenso € 2.295,00
  5. da € 52.000,01 a € 260.000,00: compenso € 4320,00
  6. da € 260.000,01 a € 520.000,00: compenso € 5870,00

Tenuto conto di quanto detto e tornando al caso concreto in esame, se al tuo avvocato è stato dato l’incarico di recuperare solo il credito di 5000 euro, la parcella –  in mancanza di diversi accordo – dovrà essere redatta secondo i parametri forensi e, quindi, il compenso dell’avvocato ammonterà ad euro 1.215,00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  1. buongiorno un chiarimento .lavoro in una azienda con piu di 50 operai dal 2009 ad ora 2019 , azienda ancora viva , mi sono accorto che l’azienda non ha verzato il tfr a l’imps dal 2009 al 2014 domanda , a luglio sono 10 anni , posso recuperare con un avvocato , o è andato in prescrizione ?? spero in una risposta grazie.

  2. Salve ..vorrei dei chiarimenti cm comportarmi ,!! Sto facendo da mesi…una causa x recuperare la Mia buonauscita che ho maturato negli.anni di matrimonio cn.mio.ex marito carabiniere ,e ho incaricato un avvocato del.mio compenso ! Mi dite cm.si calcola il.pagamento dell’ avvocato ?? A fine sentenza ? Grazie x chi mi dirà in merito

  3. Salve ..vorrei dei chiarimenti cm comportarmi ,!! Sto facendo da mesi…una causa x recuperare la Mia buonauscita che ho maturato negli.anni di matrimonio cn.mio.ex marito carabiniere ,e ho incaricato un n avvocato del.mio compenso ! Mi dite cm.si calcola il.pagamento dell’ avvocato ?? A fine sentenza ? Grazie x chi mi dirà in merito

  4. Buongiorno, vorrei dei consigli per quanto riguarda il recupero del mio TFR. Le spiego meglio: mi sono licenziata il 06/02/2017 per giusta causa per mancato pagamento degli stipendi ( 4 per la precisione), rivolgendomi a un avvocato per il recupero di tutti i miei crediti. Sono riuscita a recuperare i 4 stipendi in arretrato in 2 mesi, il loro avvocato voleva pattuire il versamento mensile di 1.500 euro al mese per circa 6 mesi visto la situazione di crisi dell’azienda, ma il mio avvocato mi fece rifiutare e oggi a più di un anno dal licenziamento non so se riuscirò a prendere il mio TFR o parte di esso. Il mio avvocato mi dice di avere pazienza ma credo di averne avuto abbastanza ad oggi. Non so come comportarmi e sopratutto come mai nonostante ci sia di mezzo l’avvocato i tempi siano così lunghi visto che è il suo campo e dovrebbe aver già risolto il problema.

    • Sui tempi non posso pronunciarmi perchè non sono a conoscenza di quale strada abbia intrapreso il tuo avvocato. Deve chiedere spiegazioni a lui: il tuo avvocato è tenuto ad informarti con prescisione dello stato della pratica. Tieni presente poi che esiste il Fondo di garanzia del TFR e dei Crediti di Lavoro, che interviene quando non riesci ad ottenere dal datore di lavoro quanto maturato.

  5. Mi scusi se all’avvocato viene dato l’incarico di recuperare 6.800 e lui non riesce a recuperarli tutti ?!? Il suo compenso su cosa si baserà ?!?In quel caso cosa succede ?!? Le spiego ho dato incarico ad un avvocato per il recupero di crediti verso la mia Azienda, chiusa ma con partita iva ancora attiva . Dunque dobbiamo recuperare tfr di 2300€ in più c’erano dei crediti di 4.500 che avanzavo . I primi del Tir riuscire gli altri la vedo quasi impossibile .
    Ora cosa potrà chiedermi visto che quando ho firmato il mandato non abbiamo pattuito nessuna parcella?

  6. buona sera,ma le somme da corrispondere a scaglione riguardano tutti i gradi di giudizi sostenuti??ed eventuali pignoramenti,precetti? grazie

  7. Buon giorno volevo sapere le spese precise di un avvocato recuperò tfr nel mio caso cè solamente da entrambi le parti un accordo per cui l’avvocato non a nulle nelle mani di documenti solo parola con la controparte .mi ha chiesto €2.000 mi sembrano troppe ?mi può dare una chiarezza grazie .

  8. Tutti gli importi indicati nelle tabelle dei parametri forensi sono al netto di imposte e contributo previdenziale. Quindi a quegli importi dovrà essere aggiunto il contruto previdenziale (4%) e poi l’IVA (22%), se dovuta.
    Tieni presente, inoltre, che nella parcella dell’avvoctao potrai trovare un’altra voce (il rimborso forfettario del 15% spese generali): si tratta di una componente delle parcelle che viene riconosciuta dalla legge a rimborso di quelle spese – di norma sostenute durante una causa – la cui dimostrazione è difficile o oltremodo gravosa.

  9. Buongiorno
    sono a chiedere un chiarimento: gli importi in tabella sono lordi o netti (cioè l’incassato?)
    Inoltre: da questo importo in tabella si detraggono tutti gli anticipi per competenze e rimborsi forfettari già pagati prima della chiusura della pratica?

    Grazie
    Paola